Indietro
SOLARE
IMPIANTI SOLARI TERMODINAMICI ED INCENTIVI IN "CONTO ENERGIA"
decreto ministeriale 11 aprile 2008
è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 101 del 30 aprile 2008 il decreto ministeriale 11 aprile 2008 (Ministero dello Sviluppo economico) che disciplina i criteri e le modalità per l'erogazione degli incentivi in "Conto energia", per la produzione di energia elettrica da fonte solare mediante cicli termodinamici.

Anche in Italia, grazie al Conto Energia, produrre energia elettrica coi sistemi fotovoltaici rappresenta un interessante investimento, proprio come avviene ormai da anni in altri paesi d'Europa, Germania e Spagna in testa.

L'installazione di un impianto fotovoltaico si basa su una tecnologia semplice e sicura che non richiede trasformazioni alle coperture delle abitazioni o dei capannoni su cui viene posizionato.

Mentre con l'espressione "incentivazione in conto capitale" si intende la corrisponsione di un contributo per l'investimento necessario per la realizzazione di un impianto, con l'espressione "Conto Energia" viene indicato un meccanismo di incentivazione che remunera l'elettricità prodotta da un impianto.

In Italia il sistema del "Conto Energia" per gli impianti fofovoltaici connessi in rete con potenza nominale compresa tra 1 e 1.000 KW è stato introdotto dal DM 28/07/2005, in attuazione dell'articolo 7 del D.Lgs 29.12.2003 n.387, che prevede espressamente per il fotovoltaico una tariffa incentivante atta a consentire una equa remunerazione dei costi di investimento e di esercizio.

L'obiettivo nazionale di potenza cumulata degli impianti solari termodinamici, inclusa la parte solare degli impianti ibridi, è corrispondente a 2 milioni di mq di suporfice captante cumulativa da installare entro il 2016.

Saranno peraltro ammessi agli incentivi gli impianti che concorreranno al raggiungimento della superficie captante installata di 1,5 milioni di mq e, oltre tale soglia, tutti gli impianti che entreranno in esercizio nei 14 mesi sucessivi alla data del suo conseguimento.

Inoltre detto termine è innalzato a 24 mesi per gli impianti i cui responsabili sono soggetti pubblici.

Zoom
Zoom
Il Conto Energia
Il Conto Energia è un sistema di incentivazione per l'installazione di impianti fotovoltaici connessi alla rete, che rappresenta una importante opportunità garantendo un guadagno sicuro ed un recupero dell'investimento nel medio termine; in base al decreto n. 181 del 5 agosto 2005 il beneficio economico per i sistemi fotovoltaici è costituito da due voci:
- Il ricavo derivante dalla remunerazione di tutti i KWh prodotti dall'impianto;
- Il risparmio economico conseguito grazie all'utilizzo dei KWh fotovoltaici autoprodotti, anche se immessi in rete.
L'incentivo viene erogato dal GRTN per la durata di venti anni, nel mese sucessivo a quello in cui l'ammontare cumulato del suddetto corrispettivo supera i € 250; l'energia elettrica prodotta mensilmente deve essere letta e comunicata dal soggetto responsabile dell'impianto; la lettura avviene sul contatore fiscale (a valle dell'inverter) installato da parte del distributore locale.

Cumulazione del Conto Energia con altri contributi:
Nel caso di utilizzo della detrazione del 36% del costo totale dell'impianto dall' IRPEF, la tariffa del Conto Energia è ridotta del 30%.

Tempistica ed adempimenti previsti:
Il GRTN entro 60 giorni stilerà e renderà pubblica la graduatoria basata sull'ordine di presentazione, e comunicherà entro i 90 giorni sucessivi alle scadenze previste per l'inoltro delle domande.
Entro tale termine il GRTN rende noto, solo a scopo informativo, il valore della potenza nominale cumulativa di tutti gli impianti che possono ottenere le tariffe incentivanti.
Entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione del GRTN di accoglimento della domanda di accesso alle tariffe incentivanti, il soggetto responsabile inoltra al gestore di rete (distributore locale) il progetto preliminare dell'impianto richiedendo la connessione alla rete (art. 8.1 del DM).
Entro i sucessivi 30 giorni il gestore di rete (distributore locale) comunica al richiedente il punto di consegna dell'energia elettrica (art. 8.2 del DM).
Entro 60 giorni dalla ricezione della comunicazione del GRTN di accoglimento della domanda di accesso alle tariffe incentivanti, il soggetto responsabile deve inviare il progetto definitivo al GRTN ed al gestore di rete (distributore locale) (art. 3.5 del DM).

Impianti di potenza non superiore a 20 KWh:
Entro 6 mesi dalla comunicazione del GRTN di accoglimento della domanda di accesso alle tariffe incentivanti, il soggetto responsabile deve dare inzio ai lavori, comunicandolo al GRTN ed al gestore di rete locale (art. 8.3 del DM).
Entro 12 mesi dalla ricezione della comunicazione del GRTN di accoglimento della domanda di accesso alle tariffe incentivanti, il soggetto responsabile deve concludere i lavori, comunicandolo al GRTN ed al gestore di rete (distributore locale) allegando alla comunicazione il certificato di collaudo dell'impianto (art. 8.3 del DM).
Entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione di conclusione dei lavori, il gestore di rete dve effettuare la connessione dell'impianto alla rete locale (art. 8.3 del DM).
Al massimo entro 6 mesi dalla data di conclusione dei lavori, l'impianto deve entrare in esercizio. Tale data deve essere comunicata al GRTN ed al gestore di rete (distributore ocale).

Tipologia dei pannelli fotovoltaici:
I pannelli possono essere solo in silicio cristallino. Nell'allegato al DM è riportata solo la norma CEI EN 61215 relativa a moduli in silicio cristallino e non anche la norma CEI EN 61646 relativa a moduli in film sottile.

Ampliamenti:
è possibile un intervento di potenziamento, che comporti una produzione aggiuntiva, su di un impianto in esercizio da almeno 5 anni. la potenza aggiuntiva deve essere di almeno 1 KW e non superiore a 1.000 KW.
La produzione aggiuntiva incentivata è quella che eccede la media aritmetica delle produzioni annue degli ultimi 5 anni.